26 aprile 2015

OLIO EXTRAVERGINE E SALUTE

OLIO EXTRAVERGINE E SALUTE : CONSUMO IMPORTANZA ED INFLUENZE POSITIVE

Olio extravergine e salute – il dottor Stephen De Felice, medico statunitense di origine italiana, ha coniato nel 1989 un interessante neologismo definendo l’olio extravergine un prodotto “NUTRACEUTICO”  (si veda l’interessante pubblicazione di Gabriella Butera e Anna Micalizzi – Unità di ricerca palermo 2 – Conosrzio INCA – n° 26 di Aprile 2012).

Questo termine geniale che deriva dalla unione delle parole “nutrizione” e “farmaceutica”, allude proprio al fatto che l’ olio extravergine ha influenze sulla salute e svolge una funzione nell’organismo che va ben oltre quella nutrizionale.

L’olio extravergine puòcostituire un potente fattore di prevenzione dei rischi derivanti da diverse patologie degenerative (specie per alcune legate all’apparato cardiovascolare).

La grande fama ed il grande interesse verso le qualità salutistiche del prodotto Olio Extravergine di Oliva (EVOO)  si devono essenzialmente alle ricerche di due geniali studiosi Ancel Keys e Francisco Grande Covian.

OLIO EXTRAVERGINE E SALUTE NEL SEVEN COUNTRY STUDY

Nel corso della seconda metà degli anni cinquanta il Dott. Keys ed il Dott. Covian condussero uno studio ( noto universalmente come SEVEN COUNTRY STUDY in cui si tratta diffusamente il tema olio extravergine e salute ).

Lo studio è basato sulle ipotesi che : le differenze tra le popolazioni oggetto dello studio (Grecia , Italia , Jugoslavia, Olanda, Finlandia , Giappone e Stati Uniti – “per approfondimenti si veda il sito del SCS”) inerenti le malattie cardiovascolari fossero in qualche relazione con le caratteristiche fisiche e gli stili di vita.

In particolare ci si riferiva alla composizione della dieta alimentare detta in seguito Dieta Mediterranea, specialmente per la relazione tra i grassi ( FATTY ACIDS) ed i livelli di colesterolo nel siero.(dal sito Seven Country Study – History).

olio extravergine e salute nel Seven Country Study - relazione tra tasso di colesterolo e mortalità

AO Caserta – UO Cardiologia Riabilitativa “Dott. C. Chieffo” – Relazione tra colesterolo e mortalità nel Seven Country Study.

In sintesi le conclusioni furono a dir poco esplosive ed innovative (” vedi enciclopedia dell’ulivo COI “) dato che si giungeva ad affermare che: “tra le popolazioni prese in considerazione quelle che consumano piccole quantità di grassi saturi hanno bassi livelli di colesterolo nel sangue ed un’incidenza delle cardiopatie coronariche molto limitate come accade in Grecia ed Italia specie nelle regioni del sud”.

Risultò anche evidente che non tutti coloro i quali consumanavano piccole quantità di acidi grassi evitavano di assumere grassi nella loro dieta, questi infatti venivano assorbiti attraverso il consumo di olio extravergine, alimento che contiene in prevalenza acidi grassi monoinsaturi ( MUFA ).

RISULTATI DEL SEVEN COUNTRY STUDY SUL LEGAME OLIO EXTRAVERGINE E SALUTE

I risultati delle ricerche condotte nel SCS negli anni 50 e 60 hanno così determinato la nascita e l’inizio di una graduale presa di coscienza da parte di larghe porzioni di popolazioni avvezze al consumo alimentare dei grassi animali , del fatto che è preferibile modificare le abitudini culinarie abituandosi ad assumere i grassi mediante l’uso di quelli vegetali piuttosto che animali..

Le conclusioni più evidenti degli studi di quegli anni evidenziarono che gli acidi grassi polinsaturi sarebbero in grado di ridurre il colesterolo nel sangue con maggiore efficacia dei grassi monoinsaturi.

Il Seven Country Study diede il là ad un crescente interesse e fiorire di studi scientifici, ricerche epidemiologiche, cliniche e sperimentali sull’argomento ( EVOO) che portarono a una sequenza di ulteriori importanti scoperte.

LE RICERCHE NEGLI ANNI 70 ED 80

Nel corso dei due decenni successivi , anni 70 ed 80 , gli studi e le ricerche fecero ulteriori passi in avanti, in particolare si definirono meglio i meccanismi di formazione ed accumulo del colesterolo in relazione alla dieta seguita.

Dai molteplici studi effettuati risultò che il colesterolo può essere trasportato nel sangue da due tipi di lipoproteine ad alta densità: le HDL e le LDL.

– Il colesterolo trasportato dalle lipoproteine HDL svolge un ruolo positivo in quanto trasporta ed allontana i frammenti di colesterolo dalle arterie (nel fegato).

– Il colesterolo trasportato dalle lipoproteine LDL è da considerarsi il responsabile della formazione delle placche nelle arterie e quindi è il diretto responsabile dei processi di arteriosclerosi.

Nel corso degli anni 70-80 si stabilì che il livello del colesterolo LDL , considerato “cattivo” in quanto ritenuto la vera causa della formazione delle placche, viene influenzato negativamente dal consumo di grassi saturi i quali, abbassano la quantità di colesterolo HDL.

Il colesterolo HDL è considerato “buono” in quanto svolge una sorta di ruolo di pulitore delle arterie poichè è in grado di raccogliere e trasportare i piccoli frammenti di colesterolo dalle arterie nel fegato.

Si è scoperto che anche gli acidi grassi monoinsaturi sono capaci di ridurre il colesterolo LDL , però possono anche incrementare la frazione di HDL protettivo.

OLIO EXTRAVERGINE E SALUTE : GLI STUDI SU MUFA, PUFA E SFA

Nel corso degli anni 90  e successivamente la ricerca ha definito i seguenti orientamenti generali:

– circa i grassi poli-insaturi ( PUFA ) : devono preferibilemnte essere sostituiti con i grassi monoinsaturi ( MUFA ) , più sicuri e meno ossidabili;

– i grassi saturi ( SFA ) continuano ad essere considerati poco raccomandabili;

– circa i grassi monoinsaturi ( MUFA ): hanno conquistato la posizione “positiva” più rilevante.

Oltre a ciò si consiglia in generale di consumare sostanze antiossidanti e di suggerisce di evitare il consumo di acidi grassi trans.

Per quanto concerne l’olio extravergine di oliva risulta assodato che esso risulta essere ricco di acidi grassi monoinsaturi. Il primo fra tutti i monoinsaturi è l’Acido Oleico, inoltre l’EVOO contiene efficaci antiossiadanti naturali ( alfa-tocoferoli e beta-carotene).

FONTI : Enciclopedia mondiale dell’ulivo , ED. IOC – pag. 347-350;  sito ufficiale Seven Country Study;

Dr. Theresa Ramsey | Effetti salutari e benefici dell’olio extravergine di oliva.


TORNA ALLA HOME

PRIVACY POLICY
Fratelli Mazzini Arte Olearia s.a.s.
Sede: Via Martiri della Libertà , 116/118 – 18100 IMPERIA ( I )
Capitale Sociale Euro 15.494 i.v.
Iscrizione registro imprese IM n° 14117
Cod. Fisc. e P.IVA 01242950085

Protected by Copyscape

Aldo Mazzini
FOLLOW ME

Aldo Mazzini

Amministratore at Fratelli Mazzini Arte Olearia sas
Dott. Aldo Mazzini - Iscritto nell'elenco "Esperti di oli di oliva vergini ed extravergini"del MIPAAF - Sez. Regione Liguria n°074 - Assaggiatore Professionista ONAOO - Abilitato Capo Panel secondo la normativa CEE/COI da CCIAA di Firenze.
Aldo Mazzini
FOLLOW ME

Latest posts by Aldo Mazzini (see all)